Quanto inquina mandare una mail?

Parlando di ambiente e di modi per migliorare la vita dei cittadini ci si è perfino chiesto quanto inquina una sola mail ogni giorno? Sicuramente un’email a livello di inquinamento ambientale non è dannosa come una lettera, perché non serve che venga prodotta carta o usato inchiostro, ma come tutte le attività digitali ha i suoi effetti sull’ambiente. Una email inquina meno di una lettera ma è anche vero che le email che inviamo ogni giorno sono 60 volte se le mettiamo a confronto con le lettere di un tempo. Quando una mail viene inviata si utilizza l’1,7% dell’energia che serve all’invio di una lettera cartacea.

Quanto inquina inviare un’email?

Non è semplice calcolare quando inquina inviare un’email e sono stati fatti tanti studi a riguardo, come quello nel 2010 fatto da Mike Berners-Lee, che è stato pubblicato con il titolo “How bad are bananas: the carbon footprint of everything”, che ha concluso che l’email produce piò o meno 4 grammi di CO2, 50 grammi se gli allegati sono pesanti. Si è stimato che ognuno di noi durante l’anno produce 136 kg di CO2 con la sola posta elettronica e che in Gran Bretagna vengono spedite più di 64 milioni di email inutili come ad esempio “OK grazie” o “Hai ricevuto la mia email?” e si arriva a un totale di tonnellate di CO2 da queste email che arriva a 23.475 tonnellate.

Perché le email inquinano?

Le mail inquinano perché saltano da un server all’altro consumando energia elettrica per rimanere alimentati e per il sistema di raffreddamento, ogni dato e ogni email inviata attraversa i server e, accade che l’energia elettrica, che gli permette di funzionare e di dare stabilità alla temperatura, aumenta nel momento in cui crescono i megabyte dei dati. Per cui si avrà che maggiore è il peso delle email e più avranno un impatto ecologico alto. Proprio per questo tante aziende hanno avviato degli investimenti in modo da reperire soluzioni nuove per produrre energia rinnovabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *